Summer School of Humanities

/Summer School of Humanities
Summer School of Humanities 2018-07-16T16:38:24+00:00

“La Filosofia, il Castello e la Torre – Ischia International Festival of Philosophy”

Ischia Summer School of Humanities

 L’animale linguistico Ischia, 24-27 Settembre 2018

Nel contesto dell’evento “La Filosofia, il Castello e la Torre – Ischia International Festival of Philosophy”, la Ischia Summer School of Humanities (ISSH) si propone come un momento di formazione e di scambio critico, durante il quale un tema di particolare interesse per il dibattito contemporaneo viene affrontato da molteplici punti di vista con incontri dalla forte impronta seminariale. Per questa ragione, l’ISSH si rivolge a un gruppo limitato di giovani studiosi, ricercatori e appassionati che vogliano trascorrere quattro giorni di approfondimento teorico in compagnia di studiosi affermati nel dibattito italiano e internazionale.

Il tema della terza edizione è “L’animale linguistico”. Obiettivo della Summer School sarà proporre una riflessione sul ruolo che il linguaggio svolge nella definizione della natura umana, con specifica attenzione all’intreccio tra linguistico e non-linguistico. In particolare i seminari si focalizzeranno sulla reciproca interazione di sensibilità, linguaggio e socialità nell’animale umano. I contributi si svilupperanno a partire da una prospettiva che tiene insieme filosofia, antropologia e retorica.

L’evento è organizzato dall’Associazione Culturale InSophia in collaborazione con l’Università degli Studi di Palermo (Dipartimento di Scienze Umanistiche) e con il Patrocinio della Società di Filosofia del Linguaggio (SFL) e del Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università di Salerno. Quest’anno la direzione della Summer School è affidata a Francesca Piazza (Università di Palermo), Salvatore Di Piazza (Università di Palermo) e Mauro Serra (Università di Salerno).

L’obiettivo dell’evento è quello di creare una comunità di ricerca e dibattito affiatata, che possa confrontarsi in modo fruttuoso sui temi proposti all’insegna del rigore scientifico, ma in un contesto informale e accogliente. Per questa ragione, ogni sessione della scuola prevede un intervento di circa un’ora da parte di un relatore, seguito da almeno un’altra ora di tempo per il dibattito.

La scuola ha luogo presso la Torre Guevara, uno dei luoghi storici più rilevanti dell’Isola d’Ischia, con vista diretta sul Castello Aragonese e accesso diretto al borgo medievale di Ischia Ponte. Agli iscritti sarà anche offerto l’accesso a un concerto di musica classica che si terrà la sera del 26 Settembre, alle ore 20:00, presso i Giardini “La Mortella” di Forio, uno dei più bei giardini botanici d’Italia.

Docenti di questa edizione:

 Salvatore Di Piazza (Università degli Studi di Palermo)

Insegna Filosofia dei linguaggi persuasivi. Si occupa prevalentemente di questioni epistemologiche relative al fenomeno della persuasione in vari ambiti. Tra i suoi lavori: Congetture e approssimazioni. Forme del sapere in Aristotele (Mimesis, 2011); Mafia, langage, identité, (L’Harmattan, 2012); Seeing the similar in the dissimilar. The semiotics of Philodemus’s De signis (Aracne, 2014).

 Franco Lo Piparo (Università degli Studi di Palermo)

Ha insegnato Filosofia del linguaggio all’Università di Palermo. Studia il linguaggio come attività specificamente umana che rende uniche anche le attività che l’uomo condivide con altri animali. Tra i suoi lavori: Linguaggi, macchine e formalizzazioni (Il Mulino, 1974); Lingua, intellettuali, egemonia in Gramsci (Laterza 1979); Sicilia linguistica (Einaudi, 1987); Aristotele e il linguaggio (Laterza, 2003); I due carceri di Gramsci (Donzelli, 2012; Premio Viareggio); Il professor Gramsci e Wittgenstein (Donzelli, 2014).

 Francesca Piazza (Università deli Studi di Palermo)

Insegna Filosofia delle pratiche verbali all’Università di Palermo. Si occupa principalmente di retorica e del rapporto tra linguaggio e violenza, con particolare attenzione per il pensiero greco antico. È attualmente presidente della Società di Filosofia del Linguaggio. Tra i suoi lavori: Linguaggio, persuasione, Verità. La retorica nel novecento (Carocci, 2004); La Retorica di Aristotele. Introduzione alla lettura (Carocci, 2008).

 Marco Russo (Università degli Studi di Salerno)

Insegna Filosofia teoretica all’Università di Salerno. I temi dell’uomo e del mondo sono al centro delle sue ricerche, all’incrocio tra metafisica, epistemologia ed etica. Dal 2011 al 2017 è stato vicepresidente della “Helmuth Plessner Gesellschaft”. Tra i suoi lavori recenti: Umanesimo. Storia, critica, attualità (Le Lettere, 2015), Il mondo. Profilo di un’idea (Mimesis, 2017).

 Mauro Serra (Università degli Studi di Salerno)

Insegna Filosofia del Linguaggio e Teorie della comunicazione all’Università di Salerno. Si è occupato in prevalenza di retorica, sia antica sia moderna. Del 2017 è il suo libro più recente, Retorica, argomentazione, democrazia. Per una filosofia politica del linguaggio (Aracne, 2017). Ha attualmente in preparazione una traduzione commentata con ampio saggio introduttivo dell’Encomio di Elena di Gorgia ed uno studio dedicato all’interpretazione dei rapporti tra linguaggio e violenza in prospettiva retorica.

Paolo Virno (Università di Roma Tre)

Insegna Filosofia del linguaggio all’Università Roma Tre. Filosofo italiano tra i più conosciuti e tradotti all’estero, la sua riflessione filosofica è essenzialmente rivolta al nesso tra logica. linguaggio e antropologia. Tra i suoi libri: Motto di spirito e azione innovativa (Bollati Boringhieri, 2005), E così via all’infinito. Logica e antropologia (Bollati Boringhieri 2010), Saggio sulla negazione (Bollati Boringhieri, 2013).

PROGRAMMA:

24 SETTEMBRE

Biblioteca Antoniana, Ischia

15.00 – 17.00

Apertura iscrizioni e accoglienza studenti.

17.30 – 18.30

Conferenza aperta al pubblico – Paolo Virno (Università Roma Tre): Perché l’animale linguistico non coincide con la propria vita.

25 SETTEMBRE

Torre Guevara

10.00 – 13.00

Prima lezione: Marco Russo (Università di Salerno): Parole, segni, corpi
13.00 – 15.00

Pausa Pranzo

15.00 – 18.00

Seconda lezione: Mauro Serra (Università di Salerno): Linguaggio e violenza: un intreccio problematico

26 SETTEMBRE

Torre Guevara

10.00 – 13.00

Prima lezione: Salvatore Di Piazza (Università di Palermo): Squalificare il recalcitrante? Persuasione, disaccordo, natura umana

13.00 – 15.00

Pausa Pranzo

15.00 – 18.00

Seconda lezione: Francesca Piazza (Università di Palermo): Corpo, linguaggio e politica. La teoria aristotelica delle passioni
20.00 (Giardini La Mortella, Forio d’Ischia)

27 SETTEMBRE

Torre Guevara

10.00 – 13.00

Prima lezione: Franco Lo Piparo (Università di Palermo): Cosa non si può fare senza una lingua storiconaturale

13.00 – 15.00

Pausa Pranzo

17.00 – 18.30

Apertura Festival

19.30 – 21.00

Lectio di Markus Gabriel (Un. Bonn): La natura dello spirito umano

Iscrizione

La Summer School è aperta a studenti, dottorandi, dottori di ricerca e appassionati di materie umanistiche e scientifiche. Le iscrizioni sono aperte fino ad esaurimento posti. Il numero dei posti è limitato, pertanto sarà operata una selezione delle richieste d’iscrizione. Gli interessati sono pregati di scrivere all’indirizzo info@lafilosofiailcastellolatorre.it, inviando un CV e/o una breve presentazione.

Per la partecipazione alla Summer School è richiesto il versamento di una quota d’iscrizione che comprende l’accesso ai seminari e le pause caffè. Per gli iscritti saranno inoltre indicate soluzioni a prezzo agevolato per il pernottamento e i pasti. Saranno rilasciati, su richiesta, attestati di partecipazione per l’emissione di crediti formativi o il rimborso universitario.

Per info e iscrizioni, scrivere a: info@lafilosofiailcastellolatorre.it oppure a: mirelliraffaele@gmail.com