NEW! Young Thinkers Festival, Become a Philosopher!

La Filosofia, il Castello e al Torre – Ischia International Festival of Philosophy 2017:

Young Thinkers Festival: Become a Philosopher!

Ischia 26 e 27 settembre 2017

 III Edizione: Valori Continuità e cambiamento

Quest’anno il Festival di Filosofia “La Filosofia, il Castello e la Torre – Ischia International Festival of Philosophy 2017” vuole ampliare il campo d’azione, dedicando delle sessioni intere ai ragazzi attraverso questa nuovissima iniziativa Young Thinkers Festival: Become a Philosopher!

La prospettiva però cambia gli attori, i ruoli e vuole mirare ad un discorso di relazione nuovo. Non è un certamen, ma uno spazio di conferenze fatto dai ragazzi e guidato dai ragazzi.

Sei un giovane di età compresa tra i 16 e i 23 anni? Hai delle forti attitudini al pensiero filosofico? Ti fai delle domande che di solito non vengono comprese o apparentemente non interessano ai tuoi coetanei? Ad esempio: “Perché sono nato qui, adesso?”; “Perché viviamo?”; “Esiste un Dio?”; “Dopo la morte cosa mi aspetta?” o semplicemente: “Perché devo mettere a posto la mia stanza?”

Sei iscritto/a alla Facoltà di Filosofia, non vuoi aspettare per metterti in discussione? Vuoi sfoggiare la tua nuovissima teoria filosofica, testandola con gli altri attraverso un confronto diretto? Attraverso categorie e associazioni di pensiero originali?

Presenta una proposta di relazione al nostro festival di filosofia, da solo o in gruppo, per discuterne con i tuoi coetanei e quelli più grandi. Vivi di e ami la filosofia? Costruisci un discorso di 20 minuti e confrontati in modo costruttivo coni tuoi amici e coetanei.

Quest’anno il Festival sceglie come tema: Valori, continuità e cambiamento.

Scrivi la tua relazione, preparati a discuterne con gli altri. Impara a discorrere in pubblico vincendo le tue paure, condividendo i tuoi pensieri. Ci sono tantissimi ragazzi che condividono il tuo modo di pensare.

Sei un ragazzo/a di età compresa tra i 16 e i 18 anni? Frequenti un liceo, un istituto superiore? Vuoi coinvolgere la tua classe e i professori in questo gioco di ruolo filosofico? Ti senti più sicuro con il loro supporto? Allora invita anche loro alla partecipazione: gli insegnanti possono avere il ruolo di Tutor o Moderatore, presentando te, il tuo gruppo di lavoro, l’istituto dal quale provieni o guidando il tuo/vostro intervento al Festival.

Il Festival è infatti dedicato agli Istituti superiori (Classico, Scientifico, Scienze umane e non solo) e ai neo iscritti alle Facoltà di Filosofia.

Scrivi a: ischiafilosofest@gmail.com ti daremo tutte le informazioni necessarie per comporre la tua relazione.

Ci sono a disposizione 30 spazi conferenza, se la tua proposta di relazione verrà accettata farai parte di un team di oltre 60 filosofi provenienti da tutto il mondo che ogni anno s’incontrano ad Ischia (stupenda isola del mediterraneo) nell’ultima settimana di settembre per discutere sui temi più scottanti dell’attualità. Il Festival dei “grandi” inizierà infatti il 28 settembre. Perché non confrontarsi con loro?

Ci saranno incontri con filosofi e workshops di ragionamento collettivo, di preparazione per un “public speech”. Prepariamoci all’Europa, formiamoci insieme ad essere protagonisti attivi del nostro tempo.

Diventa filosofo per un giorno, forse lo sei già!

Sessioni d’intervento: scegli la domanda o le domande che ti interessa trattare!

Queste le domande sulle quali puoi orientare il tuo intervento con l’aiuto del tuo professore. Fatti avanti!

Ecco una serie di domande che qui formuliamo per guidarti alla composizione del tuo intervento: Che cosa è un Valore? Chi tra i filosofi ha parlato/scritto per primo dei Valori? Cosa significa la parola Valore? Da dove proviene il termine Valore? Il Valore nella storia della Filosofia antica, moderna e contemporanea.

Come cambiano i valori nella storia della Filosofia? Quelli sono le teorie dei valori? Quali sono i valori su cui lo stato fonda la sua Costituzione? I Valori sono uguali per tutti gli esseri umani? L’Europa è una denominazione geografica che comprende un’uniformità di valori culturali? Quali sono i valori secondo i quali la mia famiglia, la religione mi educa? Lo studio è un valore?

Un piccolo excursus filosofico sulla storia dei Valori in filosofia potrebbe aiutarti a contestualizzare meglio il tuo intervento:

Il termine greco axion, (in latino aestimabile) indica ciò che deve essere scelto, ciò che è oggetto di preferenza. Nella storia dell’umana specie il termine valore fu messo in relazione con quello di utilità e di prezzo che un oggetto, un bene materiale, rivestiva. Nella dottrina platonica l’idea rappresenta un paradigma di riferimento. L’idea in sé costituisce negli insegnamenti di Socrate e Platone un riferimento universale. Per Aristotele, invece, non esiste un solo Bene in sé ma tanti beni quante sono le categorie che partecipano dell’idea. Per Aristotele la definizione di un Bene ideale non è utile all’uomo.

Gli Stoici introdussero questo termine nell’ambito etico, riferendosi a quegli oggetti frutto di preferenze morali. Diogene Laerzio ci parla di Valore quando la nostra esistenza viene condotta conformemente alla ragione. Cicerone lo individua nella scelta degna il valore di una vita conforme alla natura. Il valore, dunque, ed i concetti che ne esprimono il contenuto, hanno una finalità precisa: L’uomo virtuoso che persegue il Giusto nella sua forma assoluta è l’uomo che opera le “giuste scelte” per se stesso e per la comunità. I filosofi hanno da sempre cercato di orientarsi nella comunità e di orientare la comunità verso il Bene comune. il Bene di un individuo dipende quindi dall’altro? Può dunque essere coniata una scala di valori assoluti, riconosciuti da tutti, oltre il tempo, la storia in cui si vive?

Hobbes definisce così il valore: “Il Valore dell’uomo è, come quello di tutte le altre cose, il suo prezzo, ciò che potrebbe essere pagato per l’uso della sua facoltà: quindi non è assoluto ma dipende dal bisogno dal giudizio di un altro”. Il Valore è pur sempre un valore economico, un valore di mantenimento, di status o di cambiamento. In Kant il Valore diviene oggettivo. “Ognuno chiama bene ciò che apprezza e approva cioè ciò in cui c’è un valore oggettivo”.

Per Socrate l’uomo compie il male per ignoranza, perché non conosce. Socrate è stato senza dubbio uno tra i primi a confrontarsi con i valori vigenti della polis greca. La sua condanna è esemplare perché evidenzia l’atteggiamento che il filosofo mostra nei confronti delle scale di valori già date. Il filosofo mette in crisi il valore, la società che lo promuove, operandone un continuo decentramento. Che sia questo un compito tipico del Filosofo? Socrate: “Hai torto amico, se stimi che un uomo di qualche valore debba tenere in conto la vita e la morte. Egli nelle sue azioni deve unicamente considerare se ciò che fa sia giusto o ingiusto e se si comporta da uomo onesto o da malvagio”.

Pertanto i valori costruiti dalla società, rappresentanti un grado di sviluppo già dato nel quale l’individuo viene gettato storicamente, sono solo un punto, uno stadio evolutivo entro il quale l’essere umano si libera, recidendo il cordone ombelicale dalla sua matrice, natura istintiva per affidarsi a quella razionale. Per Rudolf Steiner l’uomo è libero nella misura in cui percepisce la genesi del suo pensiero come conseguenza di un’intuizione; l’uomo che asseconda il cambiamento esce così dalla logica dell’essere libero o non libero.

Come partecipare?

Le proposte di relazione (della lunghezza massima di 500 parole), insieme ad una breve nota di presentazione (si prega di specificare l’attuale provenienza istituzionale), dovranno essere inviate entro il 1 Maggio 2017 a: ischiafilosofest@gmail.com oppure a: mirelliraffaele@gmail.com

Si prega di inviare la breve biografia (massimo 10 righe) in un file a parte. Si prega di inviare file in formato *.doc o *.odt, non dunque in formato *.pdf.

Ciascuna relazione avrà a disposizione 20 minuti, più 10 minuti per la discussione. Sono gradite anche le proposte di panel. Ogni panel dovrà consistere di 3 o 4 relazioni su un tema comune. Il responsabile del panel (nel caso di un nucleo liceale anche rappresentato dal professore o da uno dei relatori) ha il compito di introdurre e guidare la discussione. La proposta di panel deve includere gli abstract di ciascuna relazione e una introduzione di una lunghezza massima di 200 parole.

Si prevede il pagamento di una tassa di registrazione per i relatori. Verranno inoltre proposte soluzioni per il pernottamento sull’isola nella settimana dei lavori.

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria organizzativa del festival o il direttore scientifico, scrivendo ai seguenti indirizzi:ischiafilosofest@gmail.commirelliraffaele@gmail.com

Il Festival si terrà ad Ischia, alla stupenda Torre di Guevara. All’accoglienza e registrazione dei relatori ci sarà un saluto e la presentazione storica del luogo di svolgimento e dell’isola d’Ischia. Entrerai in un mondo di pensiero fatto di mostre, concerti e itinerari tra arte e filosofia con esperti del settore.

Le spese per gli autobus (ove necessario per i gruppi) da noi organizzate saranno considerate extra, come anche il workshop, il pranzo collettivo (facoltativo) in chiusura o apertura Festival.

 

Qui sotto troverai la manifestazione d’interesse (solo per le scuole) dedicata ai gruppi scolaresche, non è vincolante ma necessaria per monitorare il numero potenziale dei partecipanti, onde rendere il lavoro d’accoglienza del team festival impeccabile.

 

 

Dichiaro di aver preso visione del materiale informativo relativo all’evento La Filosofia, il Castello e la Torre, di aver interesse a parteciparvi con la scuola da Me rappresentata

26-27 settembre 2017 Ischia

 

Referente (Professore/Professoressa ove necessario) ………………

 

Numero studenti-relatori………………………………………….

 

Titolo Intervento……………………………………………….

Desidero partecipare al workshop del 26 settembre

“Public Speech Master” ……………………………………..

La scuola ………………..…………………………………………………

Codice Fiscale………………..…………………………………………

Indirizzo …………….……………………………………….……

Città ……….…………………………… CAP ……………………

Tel…………..…………………Fax………………………..….……

e-mail ………………………………..………………………………

Referente cell …………………………………………………….

 

Il Dirigente