FCT Un Piccolo Resoconto

La manifestazione ha riscosso, sin dalla sua prima edizione (2015), un notevole successo mediatico, dato dalla forma peculiare sopra descritta e degli ospiti presentati in cartellone. La Filosofia il Castello e la Torre è inoltre il primo evento filosofico internazionale nell’area metropolitana di Napoli, ed è aperto al pubblico in forma del tutto gratuita. Il primo anno si è raggiunto un numero di visitatori complessivo (compresi scolaresche e turisti) di oltre 3.500 presenze. Nel 2016 – alla seconda edizione – ve ne erano oltre 4.500. Ha attirato in due anni più di 150 esperti e filosofi provenienti dalle accademie più rinomate del mondo: Canada, Stati Uniti, Portogallo, Spagna, Inghilterra, Francia, Germania per arrivare fino a Georgia, Iran, Turchia, Russia. Questi hanno da subito apprezzato il senso di ospitalità che contraddistingue la popolazione isolana e le bellezze dei luoghi storici in cui il Festival si svolge, nonché la qualità scientifica degli interventi proposti. Moltissimi relatori hanno risposto alla Call e partecipato a entrambe le edizioni. Al secondo anno la coesione tematica proposta attraverso il tema Relazioni-Mediazioni ha assicurato una soddisfazione maggiore per gli stessi oratori già presenti alla prima edizione. La Summer School of Humanities ha arricchito la portata tecnica per gli esperti del settore, creando un gruppo di lavoro affiatato.

Va inoltre considerata l’attenzione mediatica suscitata sui social-media che, dopo una stima effettiva elaborata grazie ai mezzi d’analisi preposti a questo scopo, ci fa registrare una portata di oltre 40.000 interessati nell’arco di tempo che considera la settimana antecedente e quella in cui la manifestazione si svolge. Per noi questo rappresenta un numero potenziale d’interessati da coinvolgere per le future edizioni.

Il Festival si basa finanziariamente sull’aiuto profuso da alcune realtà private dell’isola, molto sensibili alla tematica culturale, purtroppo non sufficienti a fare del Festival una postazione che produca lavoro remunerato, che richiami una partecipazione pubblica che soddisfi l’ambizione degli enti proponenti il progetto.

Nonostante questi limiti, il Festival diviene già al suo avvio una realtà forte e capace, facente leva sulle bellezze dell’isola d’Ischia, dimostrando una gittata internazionale di alto livello e di richiamo per moltissimi atenei (dovuta anche alle sessioni condotte in lingua inglese). In più il festival trova riscontro tra gli abitanti dell’isola perché caratterizza la stessa come centro culturale o come la stampa nazionale ha già più volte ribadito, definendo Ischia “un pensatoio a cielo aperto” (La Repubblica).

Il Festival opera durante tutto l’anno, proponendo incontri sia nelle scuole secondarie di primo che di secondo grado. Attraverso questi incontri, scanditi dall’intervento di esperti accademici, vengono elaborati temi di attualità collegati alle problematiche del territorio sul quale il festival è operativo. Il primo anno il tema scelto è stato “Guida Si-cura”. Il secondo invece “Vivere in comune”: specie per quest’ultimo i ragazzi hanno, secondo un percorso guidato, elaborato degli aforismi sul concetto d’identità culturale, diversità e Bene Comune. Questi aforismi, dopo un’accurata selezione, sono stati stampati su alcuni pannelli posti per le strade dell’Isola (30 per l’esattezza). Il successo di questo progetto ha reso possibile la nascita di collaborazioni con delle scuole del nord Italia. Attualmente il progetto è stato trapiantato a Vanzago (Mi) dove dei ragazzi delle scuole medie stanno sviluppando lo stesso tema. Questo può essere annoverato e definito un atto di filosofia pratica, etica, in cui i cittadini sono chiamati a sviluppare il proprio senso critico.

Il festival quest’anno si fregia, oltre al ricco e prestigioso organico già costituito, di collaborazioni oltre oceaniche: Università di Toronto Mississauga (dipartimento di Visual Studies).

 

 

 

La Filosofia il Castello la Torre – 2015
Un Festival Internazionale di Filosofia che avvicini il grande pubblico alla “madre” di tutte le discipline. Per restituire centralità al pensiero filosofico e al filosofo, visto dai più come un sognatore, un individuo estraneo alla massa nel modo di pensare, di parlare. è con queste premesse che il 24 settembre del 2015 prende il via a Ischia la prima edizione del Festival di Filosofia intitolato “La Filosofia, il Castello e la Torre“.